Il frutto della passione

Giovanni Morgia mi segnala per email delle opere fantastiche da lui realizzate, parte di una serie che ha chiamato Il frutto della passione. L’obiettivo di questa serie sarebbe disegnare particolari di prodotti Apple, come le cuffie di un iPod, il pulsante di avvio del Mac o la pallina di scorrimento del Mighty Mouse. Le opere sono veramente ben riuscite e ben fatte, tanto che non ci si può astenere dal fare dei complimenti al suo creatore, appunto Giovanni Morgia.

Dal suo sito è possibile vederle tutte (in totale per ora sono 7), gustandosele appieno. Di seguito vi propongo la presentazione ufficiale de “Il Frutto della passione”, che mi è pervenuta via mail, e a seguire le rimanenti opere dell’artista.

La serie il frutto della passione è una sorta di percorso circolare. Il punto di partenza è la passione per la pittura che sente l’urgenza di esprimersi appropriandosi, durante il tragitto creativo, di un’altra passione, quella per il computer ed il mondo tecnologico. E, inaspettatamente, l’unione di questi due mondi è felice e porta frutto.
Ecco allora una straordinaria produzione che, grazie proprio alla passione, rende meno freddo e distante il mondo della tecnologia, andando a scovare, nell’inerte materiale elettronico, un cuore che pulsa.
E’ così che la passione insegue se stessa ed il suo frutto.
Il frutto proibito di Adamo ed Eva.
La mela, che è anche il logo di Apple.
E il cerchio è chiuso.
Questa serie di opere, dunque,  racconta un rapporto di passione.
Il frutto della passione”, sboccia per primo, raffigurando proprio quella mela, logo di Apple, che ha significato il perdersi dell’uomo, preda dei suoi piaceri.
In un vertiginoso susseguirsi, prendono vita le altre opere, i cui titoli rimandano proprio a quel turbinio di passione che accompagna il nascere di un nuovo amore: “Accendimi” (il pulsante di avvio), “Ascoltami” (gli auricolari iPod), “Scrivimi” (la tastiera retroilluminata del portatile), “Sfiorami” (la pallina di scorrimento del mighty mouse), “Cantami” (il lettore mp3 iPod), “Cambiami” (il telecomando Apple Remote), .
Un tecno-feticismo, come raccontato nel volume “Il culto del Mac” edito dalla Mondadori: “i prodotti Apple appiono eccezionali. Viene voglia di toccarli, sentirli, accarezzarli…non è molto diverso dal sesso: si rimane colpiti da qualcosa e questo qualcosa deve essere assolutamente nostro…”


4 risposte a “Il frutto della passione”

  1. Saint Andrés ha detto:

    Bellissimi dipinti, davvero ben fatti e molto suggestivi!

  2. Giovanni Morgia ha detto:

    Grazie per l’articolo e per i complimenti, davvero grato.

  3. Alessandro ha detto:

    Le opere sono stupende, è una bella sensazione quella che si prova nel guardarle… ti viene voglia davvero di toccarle…
    per il geniale pittore… sei un Grande

  4. Giovanni Morgia ha detto:

    Grazie Alessandro